PREMESSA

In data 15 giugno 2022 si è svolta l’Assemblea Straordinaria degli alberi soci dell’Associazione Alberi Monumentali, Storici e Rari della Provincia di Trieste nel Giardino Pubblico Muzio de Tommasini .

L’argomento all’ordine del giorno era il progetto “Diamo un nome agli alberi di Trieste” proposto dall’Organizzazione di Volontariato Trieste Solidale che non solo intendeva dare un nome a determinati esemplari ma, attraverso il QR code inserito nella targa identificatrice, aveva realizzato dei percorsi naturalistici con la nostra presenza come testimonial e memoria storica- culturale del territorio.

Presiedeva la riunione che vedeva la presenza di 14 soci il platano monumentale bicentenario che vive nel Giardino pubblico, fungeva da segretario il Presidente di Trieste Solidale. Dopo vari interventi ,con il solo voto contrario dell’Olmo del Caucaso di Villa Sartorio, i soci presenti hanno autorizzato l’installazione delle targhette con il nome comune e scientifico, l’età e la provenienza geografica per ogni singolo albero purchè il contenuto del QR code fosse lasciato alla discrezionalità dell’attore protagonista dell’habitat.

Ovviamente con il benestare del Comune di Trieste.

La storia con la S maiuscola di Trieste è stata oggetto di analisi da parte di intellettuali, scrittori, poeti, giornalisti, artisti, politici, storici che hanno costruito l’immagine della città che conosciamo e viviamo.

Sono racconti focalizzati quasi sempre sugli interpreti di qualche evento come lo certifica il nome dei borghi, dei palazzi, delle vie e delle statue presenti in città.

L’iniziativa sugli alberi monumentali vuole colmare una lacuna completando l’identità del territorio.

Non entriamo nel merito della richiesta avanzata dagli alberi a conclusione dell’assemblea, lasciamo all’utilizzatore dei percorsi la valutazione delle informazioni selezionate dalle singole piante.

Ringraziamo questi esseri viventi , morfologicamente e fisiologicamente simili a noi, della collaborazione e delle informazioni ricordando che quest’ultime sono tramesse direttamente dall'albero solo a coloro che sono capaci di ascoltarli in silenzio o di abbracciarli. 

Segue elenco dei percorsi naturalistici:

1)  La passeggiata nel Borgo Franceschino

2)  La passeggiata nel Borgo Giuseppino

3) Villa Revoltella-Bosco Farneto-Orto Botanico

4) Università- Dolina Percedol

5) San Dorligo-Basovizza-Sentiero Ressel